Sono andate in scena 168 repliche, 68 progetti da 24 paesi, 29 titoli internazionali, più di 60 compagnie di cui 40 per la prima volta al Festival, per un totale di 311 artisti. Sono solo alcuni dei numeri di questa 33esima edizione di Romaeuropa che si chiude la prossima domenica 25 novembre. Mancano pochi giorni per la chiusura di sipario di uno dei festival che da 33 anni rappresenta un’eccellenza della cultura contemporanea in Italia e in Europa. Anche l‘ultima settimana proporrà i maestri del teatro e della danza internazionale. Ecco gli spettacoli da non perdere, da martedì a domenica.

KIDS + FAMILY

Proseguono gli appuntamenti con KIDS + FAMILY, il focus di REf18 dedicato ai bambini e alle loro famiglie, alla Pelanda e alla Galleria delle Vasche del Mattatoio di Testaccio. Laboratori, buon cibo e incontri per confrontarsi con alcune delle realtà romane e italiane dedicate a tutta la famiglia. L’ingresso è libero, tutti i venerdì dalle h 15:00 alle 20:00 e il sabato e la domenica dalle h 10:00 alle 20:00. (Info e tickets: clicca qui)
Nell’ambito di KIDS + FAMILY arrivano in scena gli ultimi tre spettacoli di questa edizione di Romaeuropa. Eccoli.

Da venerdì 23 a domenica 25 Officine K porta in scena, al Mattatoio di Testaccio, Splash! Composto da registi, scenografi, costumisti, videoartisti e grafici, Officine K è un collettivo di artisti che si muove nell’ambito della produzione di immagini attraverso nuove tecnologie e riflessioni sulla pittura e sulla grafica. Un tappeto bianco ospita il giovane pubblico e lascia emergere, grazie alla percezione della loro presenza, straordinarie immagini inspirate ai grandi maestri della pittura astratta come Mirò o Kandinskij. (Info e tickets | clicca qui)

Da venerdì 23 a domenica 25 novembre, Unterwasser – un’interessante realtà romana tutta al femminile – porta al Mattatoio OUT, uno spettacolo visuale e multidisciplinare, un’originale fiaba di formazione raccontata attraverso il linguaggio immaginifico e visionario del teatro di figura. (Info e tickets | clicca qui)

Sabato 24 e domenica 25 novembre, Letizia Renzini e Usine à Neige portano al Mattatoio, Grasland, produzione per bambini, ragazzi e adulti ispirata alla musica e alla vicenda del compositore ungherese György Ligeti e nata dalla collaborazione con l’ensemble Usine à Neige. (Info e tickets | clicca qui)

SERGE

Martedì 20 e mercoledì 21 novembre arriva nella Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica, l’atteso Serge. Nata dalla collaborazione tra il Solistenensemble Kaleidoskop guidato da Michael Rauter, Luigi De Angelis, fondatore della compagnia Fanny & Alexander e l’attore Marco Cavalcoli, Serge è un’opera ispirata alla vita di Sergei Diaghilev, il cosmopolita e visionario impresario russo che ha rivoluzionato il mondo della danza internazionale fondando i Balletti Russi. (Info e ticktes | clicca qui)

- PUBBLICITÀ - 

VR_I

Da mercoledì 21 a venerdì 23 novembre, dalle 16 alle 22.40 all’Istituto Svizzero arriva VR_I. Presentato al Sundance Film Festival 2018, ha ricevuto il Grand Prix per l’innovazione e il Premio del pubblico come miglior performance alla 49esima edizione del Festival del nuovo cinema di Montréal. VR_I è uno spettacolo di danza contemporanea realizzato interamente in realtà virtuale. Protagonisti di questa performance sono gli spettatori (cinque alla volta) che si ritroveranno, in forma di avatar, in un nuovo universo: una città, un paesaggio urbano al contempo familiare e straniante, oppure la cima di una montagna. L’evento è gratuito. Per prenotazioni: prenotazioni@istitutosvizzero.it

LE AVVENTURE DI PINOCCHIO

Da giovedì 22 a domenica 25 novembre, Lucia Ronchetti va in scena nell’Aula Ottagona delle Terme di Diocleziano (ex Planetario), con Le Avventure di Pinocchio. Insieme ai solisti dell’Ensemble Intercontemporain, la compositrice, tra le più apprezzate oggi in Italia ed Europa, rilegge l’opera di Carlo Collodi e dà vita a una pièce di teatro musicale in cui i cinque strumenti solisti incarnano i diversi personaggi della celebre storia. (Info e tickets | clicca qui)

DFS

Venerdì 23 e sabato 24 novembre, Cecilia Bengolea & François Chaignaud portano al Teatro Vascello, in prima nazionale, DFS: cinque ballerine e artisti della dancehall giamaicana s’incontrano in scena per confrontarsi con il canto e svariate tecniche di danza. DFS è un rituale collettivo stregato, capace di affondare le sue radici in uno sguardo profondamente antropologico. (Info e tickets | clicca qui)

- PUBBLICITÀ - 

IL GRAN FINALE ALL’AUDITORIUM

Domenica 25 novembre, ultimo giorno del festival, Romaeuropa porta all’Auditorium Parco della Musica, 5 grandi concerti – evento per il Gran Finale di questa edizione numero 33.

Alle 16 in Sala Petrassi, Ryoji Ikeda ed Eklekto presentano music for percussion. Ryoji Ikeda si è guadagnato un posto nella storia della musica grazie a una precisione ed estetica matematica. Nato in collaborazione con Eklekto, gruppo di percussionisti contemporaneo fondato a Ginevra nel 1974, music for percussion segna un nuovo percorso nella prolifica carriera dell’artista. (Info e tickets | clicca qui)

Alle 17 nel Teatro Studio Borgna, Intervals I – II vede in scena Franco D’Andrea, considerato uno dei musicisti più importanti della scena contemporanea. Intervals I e Intervals II sono i due episodi del progetto, portato avanti con il suo Franco D’Andrea Octet, incentrato sulla particolare combinazione di intervalli o da singoli intervalli da cui scaturiscono improvvisazioni collettive. (Info e tickets | clicca qui)

Alle 18 in Sala Petrassi, è la volta di datamatics [ver. 2.0]. Il secondo appuntamento con Ryoji Ikeda, non è un semplice concerto di musica elettronica ma un percorso sensoriale in cui dati analogici sono traslati nel codice digitale. (Info e tickets | clicca qui)

Alle 19 in Sala Sinipoli, arriva un’icona indiscussa della musica internazionale, tra le massime rappresentatici della world music e tra le voci più belle del mondo: Angélique Kidjo presenta un live speciale, vero e proprio ponte tra culture e mondi apparentemente distanti. La cantante fa infatti proprio il quarto album dei Talking Heads Remain in Light registrato dal gruppo insieme a Brian Eno nel 1980. (Info e tickets | clicca qui)

Alle 21 in Sala Santa Cecilia, Romaeuropa saluta il pubblico con il grande evento – concerto Matthew Herbert’s Brexit Big Band. Il musicista, dj e produttore discografico britannico, conosciuto anche come Doctor Rockit o Mr. Vertigo, ha dato vita al suo progetto Brexit Big Band. Musicisti, cantanti, cori e solisti provenienti dai differenti paesi s’incontrano sul palco e formano un’unica enorme band. Il risultato, più che un concerto è una manifestazione in forma di rave, un musical esplosivo e tagliente che suona la Brexit ma solo per celebrare l’unione tra i popoli, tra gli artisti, tra i suoni dell’Europa e del mondo. (Info e tickets | clicca qui)

Info | Tickets:
romaeuropa.net

- PUBBLICITÀ -