Iniziata il 29 ottobre, prosegue fino al 31 dicembre la quarta edizione di Contemporaneamente Roma. La manifestazione promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale in collaborazione con SIAE, si afferma sempre più come un appuntamento fondamentale per la valorizzazione della produzione culturale contemporanea. Grazie alla partecipazione attiva di tutti e quindici i municipi e un sostegno da parte dell’amministrazione di un milione di euro, decine di eventi e rassegne coinvolgeranno ogni quartiere di Roma, tra arti visive, performance, cinema, digital art. La ricca programmazione è dedicata all’innovazione, alle forme e ai linguaggi del presente.

I 36 progetti approvati dal Bando pubblico di Roma Capitale, coinvolgeranno sia le istituzioni cittadine sia gli operatori del settore, diffusi su tutto il territorio, per promuovere un diverso uso degli spazi della città e rendere sempre più accessibile e radicata la partecipazione delle persone alla vita culturale.

Quest’anno per la prima volta, ci saremo anche noi di FACE Magazine.it con Indaco Fest 2019 dal 13 al 16 novembre a Largo Venue – Rumah.

Il programma

Indaco Fest. Prodotto da Largo Venue – Prenestepop srl, in collaborazione con FACE Magazine.it e la direzione artistica di Mauro Orrico, la prima edizione di Indaco Fest arriva da mercoledì 13 a sabato 16 novembre, negli spazi di Rumah e Largo Venue, in via Prenestina 189 al Pigneto. Ogni sera dalle 20 in poi, l’appuntamento è con il teatro d’avanguardia, la danza contemporanea, le arti visive, i nuovi suoni.
Tra gli artisti e i progetti in programma, mercoledì 13 novembre c’è il teatro di Twittering Machine, i violini di Trio Improvviso e live set di Massi Frateschi e Claudio Cotugno. Giovedì 14 è la volta della danza di Rossana Abritta con la violoncellista Ludovica Centracchio e il producer Trappeist. Venerdì 15, spazio al cinema d’autore con la proiezione di Linfa di Carlotta Cerquetti e Chiudi gli occhi e vola di Julia Pietrangeli e, in chiusura di serata, il live de Il Sangue dell’Orso. Sabato 16, chiuderà la rasegna il concerto evento di Massimo Zamboni, Angela Baraldi e Cristiano Roversi “Sonata a Kreuzberg” in occasione del Trentennale dalla caduta del muro di Berlino. Ogni sera sarà visitabile la mostra di Paolo Maccari con i suoi ritratti dedicati alla Roma multietnica di oggi. Nelle aree espositive, invece, spazio alla video arte, con corti e opere inedite, con la retrospettiva sulla scena artistica cinese contemporanea.
L’ingresso è gratuito per tutti gli eventi (ad eccezione di “Sonata a Kreuzberg” – ingresso: 10 euro).
Info: www.facebook.com/Indaco-Fest

Gau – Gallerie Urbane. Grazie all’impegno di 15 street artist, le campane per la raccolta del vetro nel quartiere di Torpignattara saranno decorate con il progetto Gau – Gallerie Urbane, a cura di Progetto Goldstein dal 5 al 17 novembre.

Garbatella images

Garbatella Images. 10b Photography proporrà fino al 10 dicembre, Garbatella Images, una ricerca fotografica che attraverso l’utilizzo di archivi privati e nuovi scatti andrà alla scoperta delle caratteristiche urbane, sociali, storiche, antropologiche di un’intera zona, con particolare attenzione al fascino dei lotti e ai racconti dei suoi residenti. Attraverso l’unione delle foto realizzate site specific e le immagini d’archivio provenienti dai cittadini si realizzerà una sorta di album fotografico di quartiere che sarà esposto all’interno della galleria 10b Photography e tra i cortili dei lotti storici, in una commistione tra spazio pubblico e privato.

Rgb Light Experience. Le zone del Pigneto, dell’Acquedotto Alessandrino di Parco Sangalli e di piazza Malatesta si trasformeranno in un museo a cielo aperto, grazie alle installazioni luminose e alle videoinstallazioni inserite lungo un percorso costruito dal festival Rgb Light Experience – Roma Glocal Brightness (29-30 novembre, 1 dicembre).

Telling Roma. I cittadini chiamati a partecipare ad un contest letterario, potranno raccontare la loro città invisibile in brevi testi che, una volta vagliati, verranno presentati dagli stessi aspiranti scrittori in readings pubblici realizzati in luoghi di Roma “non usuali” per la lettura come i giardini di largo Ravizza o la Galleria d’Arte Moderna. Telling Roma. Racconti dalla città invisibile (1-14 dicembre) a cura dell’Associazione Culturale Roma Centro Mostre attiverà anche un laboratorio di scrittura creativa presso la Casa Circondariale “Regina Coeli”.

Fabulamundi. Nelle sedi del Teatro India e dello Spazio Kataklisma, fino al 15 dicembre, Fabulamundi Playwriting Europe a cura di Pav proporrà laboratori per anziani, workshop per attori e autori, approfondimenti con professionisti del settore, incontri internazionali con partner europei, tutti interamente dedicati ai temi della nuova creazione drammaturgica.

Creature 2019. Ci saranno installazioni, workshop, talk e dibattiti anche durante la terza edizione di Creature 2019 (22 novembre – 1 dicembre), il festival di creatività urbana ideato e curato da Open City Roma nelle strade e nelle piazze del VII Municipio. Spazio alle parole è il tema di questa edizione che, come consuetudine, mirerà alla rigenerazione urbana trasformando tre edicole del municipio in luoghi di dibattito.

L’Inatteso a Roma Est. Sarà la fantasia dei cittadini al centro di un’altra manifestazione dal titolo L’inatteso a Roma Est a cura dell’Associazione Culturale Stalker fino al 18 dicembre. Coloro che risponderanno alla chiamata pubblica, dovranno individuare luoghi, situazioni, elementi, definiti come “inattesi” nel proprio ambiente quotidiano. Le risposte sono state inserite in un grande telaio allestito sulle rive del lago dell’Ex Snia diventato l’Atlante dell’Inatteso a Roma Est.

Dominio Pubblico. La produzione di opere artistiche – street art, architettura, fotografia, poster art, graffiti, nuovo circo – per ragazzi under 35 nel quartiere Ostiense dal 3 al 5 dicembre – è al centro di Dominio Pubblico: Millenials A(r)t work – MA(r)T, manifestazione a cura di Dominio Pubblico Associazione. La produzione artistica del progetto è affidata ad alcuni tra gli street artist più noti, come Solo, Diamond, Gojo e Lucamaleonte.

Trend al Teatro Belli

Trend. In programma anche i primi appuntamenti della XVIII edizione della manifestazione Trend – Nuove frontiere della scena britannica, la rassegna a cura del Teatro Belli di Antonio Salines srl (fino al 21 dicembre) che porta alla ribalta i lavori di attori e registi affermati affiancati da quelli di giovani ed esordienti della drammaturgia contemporanea inglese.

Danzavisioni. L’Associazione Culturale Canova22 in collaborazione con DARS – Danza Arte Roma Studio, dal 5 novembre al 1 dicembre 2019, proporrà Danzavisioni, progetto innovativo di formazione per la produzione di videodanza articolato in workshops, performance di danza, produzione di audiovisivi e installazioni ambientali temporanee. Si partirà dall’esplorazione di archeologie periferiche poco note, come la sorgente dell’Acquedotto dell’Acqua Vergine (Colle Prenestino).

Fotonica. Le forme d’arte legate alla luce animeranno il quartiere di Centocelle durante Fotonica, il festival a cura di Flyer srl – Impresa sociale dedicato alle Audio Visual Digital Arts, dal 29 novembre al 7 dicembre.

Roma Jazz Festival. Anche la musica sarà da subito protagonista con il Roma Jazz Festival “No Borders” organizzato da International Music Festival Foundation fino al 1° dicembre presso l’Auditorium Parco della Musica, la Casa del Jazz, i club Monk e Alcazar e il Teatro del Lido di Ostia. Il programma di quest’anno che avrà per sottotitolo Migration and integration.

Il programma completo e gli aggiornamenti su tutte le manifestazioni in programma si possono consultare sul sito www.contemporaneamenteroma.it