Sono 162 i nuovi contagiati da Covid nelle ultime 24 ore in Italia, in leggero aumento rispetto ai 114 registrati martedì, ma con 6mila tamponi in più: i test sono stati 48.449. Le vittime sono invece 13 e i nuovi guariti 575. La Lombardia fa registrare 63 nuovi casi di coronavirus, pari al 38,8% del totale. Le altre regioni più colpite, seppure con numeri molto ridotti, sono il Veneto con 21 nuovi casi, il Lazio con 20 e l’Emilia Romagna con 18.
Continuano a diminuire i pazienti Covid in terapia intensiva in Italia, da 60 a 57 in 24 ore. In aumento però i ricoverati con sintomi: +20 per un totale di 797 (martedì erano saliti di 9 unità).

I dati in Italia
(Mercoledì 15 Luglio)

 Totale Contagi: 243.506 (+163)*

• Attuali positivi: 12.493 (-426)*

• Guariti: 196.016 (+575)*

 Decessi: 34.997 (+13)*

• In terapia intensiva: 57 (-3)*

• In isolamento domiciliare: 11.639 (-443)*

• Ricoverati con sintomi: 797 (+20)*

* Variazioni rispetto al giorno precedente

I dati Regionali

Dei 163 nuovi casi, 63 sono in Lombardia, 8 in Piemonte, 18 in Emilia Romagna, 21 in Veneto, 8 in Toscana, 4 in Liguria, 20 nel Lazio, 8 in Campania, 1 in Friuli, 3 in Abruzzo, 3 nella provincia autonoma di Bolzano, 2 in Umbria, 2 in Sardegna, 2 in Calabria. Le regioni con zero contagi sono: Marche, provincia autonoma di Trento, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta, Molise e Basilicata.

Misure prorogate al 31 luglio

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato martedì la proroga al 31 luglio delle misure di contenimento. Tra i punti salienti c’è ancora l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi e di rispettare i protocolli di sicurezza definiti per la riapertura dei luoghi di lavoro. Confermato ancora il divieto di assembramenti e previste sanzioni penali per chi viola l’obbligo di quarantena. Ma soprattutto, più controlli per chi viene dall’estero: molti dei nuovi contagi sono infatti provenienti da voli di ritorno dai Paesi più colpiti.
Sulla proroga dello stato di emergenza, ha precisato Speranza, “nessuna decisione è stata ancora presa”.