La bellezza invade Roma nei suoi luoghi più affascinanti. Arte e storia si incontrano nelle mostre che stanno aprendo o che sono appena iniziate, in questo autunno 2019. La nostra guida agli eventi d’arte da non pedere spazia in un ampio panorama che attraversa l’arte neoclassica, il minimalismo, l’impressionismo, il surrealismo, la fotografia, i 500 anni di Leonardo.

Da domenica 6 ottobre, Palazzo Bonaparte per la prima volta apre le porte al pubblico con la mostra Impressionisti segreti, visitabile fino a domenica 8 marzo 2020. Sono esposte oltre 50 opere di artisti tra cui Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro e molti altri.

S.E.T. Spazio Eventi Tirso ospita, da sabato 12 ottobre a domenica 29 marzo, la mostra-evento Frida Kahlo, il caos dentro, un mix tra esposizione multimediale, opere originali e fotografica, dedicata alla grande artista messicana e al marito Diego Rivera.

Alle Scuderie del Quirinale, fino al 6 gennaio, è in programma Pompei e Santorini: l’eternità in un giorno. La mostra propone un confronto straordinario e inedito fra i due siti antichi, accomunati da un’identica fine.

Canova.Eterna Bellezza

Il Museo di Roma, nel settecentesco Palazzo Braschi tra piazza San Pantaleo e piazza Navona, fino al 15 marzo, ospita Canova. Eterna bellezza. Con oltre 170 opere, la mostra è dedicata al legame di Canova con la città di Roma fra Settecento e Ottocento.

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea ospita la mostra Robert Morris. Monumentum 2015–2018, in programma dal 15 ottobre al 12 gennaio. L’esposizione celebra un artista fondamentale per la storia dell’arte contemporanea, maestro del Minimalismo americano di cui è stato uno dei fondatori.

Fino al 22 marzo al Maxxi è visitabile la mostra Tutto. O della materia spirituale dell’arte, a cura di Bartolomeo Pietromarchi. Ispirata all’opera ultima di Alighiero Boetti, la mostra indaga le dicotomie di particolare e universale nell’era contemporanea.

Al Palazzo delle Esposizioni, dal 22 ottobre al 6 gennaio, la mostra Sublimi anatomie intende recuperare l’importanza conoscitiva e critica dell’osservazione del corpo umano attraverso una selezione di oggetti e documenti dal grande valore storico-scientifico e storico-artistico.

Bacon, Freud, la scuola di Londra

Fino al 23 febbraio al Chiostro del Bramante sono in mostra per la prima volta insieme due giganti della pittura, Francis Bacon e Lucian Freud, nella mostra Bacon, Freud, la scuola di Londra. L’esposizione presenta uno dei più affascinanti, ampi e significativi capitoli dell’arte mondiale.

Per gli amanti della storia antica, al Parco Archeologico del Colosseo, fino al 29 marzo, è in programma Carthago. Il mito immortale, la prima grande mostra interamente dedicata alla storia e alla civiltà di una delle città più potenti e affascinanti del mondo antico. La mostra è allestita nei monumentali spazi del Colosseo e del Foro Romano, all’interno del tempio di Romolo e della Rampa imperiale, con oltre quattrocento reperti, provenienti dalle più prestigiose istituzioni museali italiane e straniere.

Palazzo Merulana ospita fino al 9 febbraio la mostra Jan Fabre. The Rhythm of the Brain. Il progetto, a cura di Achille Bonito Oliva e Melania Rossi, vede esposte oltre trenta opere dell’artista belga, tra sculture in bronzo e cera, disegni e film-performance.

Nuova tappa espositiva del Romaeuropa Festival alla Sala Santa Rita, con l’installazione site specific One of the Few Moments dell’artista ungherese Gyula Várnai, visitabile ad ingresso gratuito ogni giorno fino al 3 novembre. A seguire, dal 7 al 24 novembre, i Quiet Ensemble presenteranno in anteprima il loro ultimo lavoro Primitive Primavere.

A Casa Vuota, al Quadraro, è in mostra dal 26 ottobre all’8 dicembre “OVNI”, una personale di Nordine Sajot, a cura di Sabino de Nichilo e Francesco Paolo Del Re. L’esposizione è visitabile su appuntamento (Info qui)