Uno dei momenti più emozionanti del Festival di Sanremo, forse il migliore, è andato in scena sabato, durante l’ultima serata. Pierfrancesco Favino ha recitato, con le lacrime agli occhi, «La notte poco prima della foresta» del drammaturgo francese Bernard-Maria Koltès. Il buio in sala, niente musica e tanta emozione. Il testo è un atto unico scritto nel 1977. Ha debuttato al Festival di Avignone con protagonista Yves Ferry quello stesso anno.

Il protagonista è un giovane che cerca in tutti i modi di trattenere uno sconosciuto incontrato per caso su un marciapiede, una sera in cui è solo. Il suo mondo è una periferia dove piove, un posto dove ci si sente estranei e non si lavora più. La pièce proprio quest’anno l’ha portata in scena al teatro Ambra Jovinelli lo stesso Favino, conduttore del festival con Claudio Baglioni e Michelle Hunziker.