Sabato si è chiusa l’edizione 2019 della Mostra internazionale del Cinema di Venezia e il Leone d’oro è andato a “Joker” di Todd Phillips. Il film interpretato da Joaquin Phoenix ha messo d’accordo i componenti della giuria presieduta da Lucrecia Martel che l’ha scelto tra i 21 in competizione. L’Italia vince con Luca Marinelli, Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile per “Martin Eden”, e con Franco Maresco per “La mafia non è più quella di una volta”.
Miglior attrice è la protagonista di “Gloria Mundi”, la francese Ariane Ascaride, che ha dedicato il premio “ai morti nel Mar Mediterraneo” così come Luca Marinelli che, nel suo discorso, ha detto: “Devo questo premio anche a Jack London che ha creato la figura di Martin Eden, un marinaio. E perciò lo dedico a coloro che sono in mare a salvare altri esseri umani che fuggono e che ci evitano di fare una figura pessima con il prossimo. Viva l’umanità e viva l’amore”.
Il Gran premio della giuria è andato a “J’accuse – L’ufficiale e la spia” di Roman Polanski mentre quello per la miglior regia lo ha vinto “About Endlessness” del regista svedese Roy Andersson.

Luca Marinelli. Foto: Ap – Repubblica

Venezia 76 sarà ricordata per i tanti bei film in cartellone ma anche per la pioggia di star che ha sfilato al Lido. Tra questi, la rock-star Mick Jagger che dalla Laguna ha attaccato Donald Trump, per “il suo modo di fare, le sue bugie e la sua politica ambientale”, schierandosi con gli attivisti per il clima. La cerimonia di assegnazione dei premi è stata presentata dalla madrina del Festival, Alessandra Mastronardi, alla presenza del neo ministro della cultura Dario Franceschini.

Ecco tutti i premi di Venezia 76

Leone d’oro a The Joker di Todd Phillips
Leone d’argento Gran Premio della Giuria a J’accuse di Roman Polanski
Leone d’argento per la miglior regia a Roy Andersson per About endlessness
Coppa Volpi per la miglior intepretazione maschile a Luca Marinelli, protagonista di Martin Eden, di Pietro Marcello
Coppa Volpi per la miglior intepretazione femminile ad Ariane Ascaride, protagonista di Gloria Mundi
Miglior sceneggiatura a Yonfan per la pellicola animata N. 7 Cherry Lane
Premio speciale della Giuria Venezia 76 a La mafia non è più quella di una volta di Franco Maresco
Premio Marcello Mastroianni al miglior attore emergente Toby Wallace per l’interpretazione in Babyteeth
Sezione Orizzonti

Miglior film ad Atlantis di Valentyn Vasyanovych
Miglior regia a Théo Court per Blanco en Blanco
Premio speciale a Verdict di Raymund Ribay Gutierrez
Miglior intepretazione maschile, premio a Sami Bouajila per Un fils
Miglior interpretazione femminile, premio a Marta Nieto per Madre
Miglior sceneggiatura a Revenir di Jessica Palud, premiata con Philippe Lioret e Diastème
Miglior cortometraggio a Darling di Saim Sadiq
Sezione Venezia Opera Prima

Leone del Futuro – Premio Opera Prima ‘Luigi De Laurentis’ – a You will die at 20 del sudanese Amjad Abu Alala, che incassa 100mila dollari divisi per regista e produttore.
Sezione Venezia Classici

Migliore Documentario sul Cinema a Babenco, Tell me when I die di Barbàra Paz
Migliore film restaurato Ekstase (ritira il premio Gustav Machaty, curatore del restauro)
Sezione Venezia Virtual Reality

Miglior Virtual Reality a The Key di Céline Tricart
Premiati anche Daughters of Chibok di Joel Kachi Benson e A linha di ​Ricardo Laganaro
Premi già assegnati

Leone d’oro alla carriera a Julie Andrews e Pedro Almodovar
Premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker 2019 a Costa Gavras.
Premio Campari Passion for films a Luca Bigazzi