Arriva una primavera piena di arte, nella Capitale. Tra le mostre in arrivo e quelle che proseguono, Roma offre dalla pop art di Andy Warhol all’espressionismo astratto di Jackson Pollock, dal genio di Leonardo Da Vinci a Joan Mirò. Ma anche tanta arte contemporanea con David LaChappell, Robert Mapplethorpe, Francesco Vezzoli. Ecco gli appuntamenti che consigliamo di non perdere.

LE NUOVE MOSTRE IN ARRIVO

Alle Scuderie del Quirinale, in occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, è arrivata il 13 marzo e prosegue fino al 30 giugno 2019 la mostra Leonardo Da Vinci. La scienza prima della scienza. L’esposizione indaga l’opera di Leonardo ripercorrendola sul fronte tecnologico e scientifico.

A Palazzo Montorio, è possibile visitare Universo Mirò, un’esposizione itinerante dedicata al pittore Joan Mirò, dal 27 marzo all’11 maggio 2019.

Al Palazzo delle Esposizioni arriva, dal 9 aprile al 30 giugno 2019, Il Corpo della voce. Carmelo Bene. Cathy Berberian, Demetrio Stratos. Il progetto espositivo ripercorre le storie di tre artisti che hanno infranto il legame tra la parola e la sua dimensione sonora.

Carmelo Bene al Palazzo delle Esposizioni
Carmelo Bene al Palazzo delle Esposizioni

Al Museo di Roma, la mostra Roma nella camera oscura. Fotografie della città dall’ottocento a oggi, a cura di Simonetta Tozzi e Flavia Pesci, ricostruisce la storia dell’arte fotografica nella Capitale. Dal 27 marzo al 22 settembre 2019.

A Palazzo Merulana è possibile visitare l’esposizione Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico, a cura di Fabio Benzi. La mostra è incentrata sul famoso dipinto Primo Carnera del 1933. Dal 21 marzo al 17 giugno.

Al Museo di Roma in Trastevere, è visitabile dal 22 marzo al 26 maggio 2019 la mostra Unseen / Non visti, un viaggio fotografico in un’Europa sconosciuta, tagliata fuori dallo sviluppo economico, dall’attenzione della politica e dei media: l’Albania, la Polesia in Bielorussia, la Sassonia-Anhalt nell’ex Germania dell’Est e l’area del Sulcis in Sardegna.

Al museo dell’Ara Pacis gli appassionati di storia antica potranno visitare, dal 6 aprile al 27 ottobre 2019, la mostra Claudio Imperatore. Messalina, Agrippina e le ombre di una dinastia.

Al Palazzo delle Esposizioni, dal 25 aprile al 26 maggio 2019, arriverà la mostra World Press Photo 2019 che espone le opere dei 43 fotogiornalisti candidati al premio omonimo. L’edizione di quest’anno ha visto la partecipazione di 4.783 fotografi provenienti da 129 paesi diversi, per un totale di 78.801 immagini presentate.

Al MAXXI sono in mostra Elisabetta Catalano. Tra immagine e performance fino al 22 dicembre 2019, Paolo Di Paolo. Mondo perduto dal 17 aprile al 23 giugno 2019, At Home dal 17 al 30 aprile 2019. Fino all’8 settembre 2019, è visitabile anche la mostra World Record di Paola Pivi. Lo spazio dell’immagine è invece il titolo della nuova Collezione Permanente del Maxxi, riorganizzata e arricchita con nuove opere contemporanee.

La Galleria Mucciccia ospita il genio della fotografia David LaChappelle, dal 17 aprile al 18 giugno 2019. Trentaquattro opere in mostra ripercorrono la produzione del grande artista americano.

David la chappelle
David LaChappelle alla Galleria Mucciccia

Alla Fondazione Giuliani, arriva dal 15 aprile al 19 luglio 2019, Francesco Vezzoli con la mostra “Party Politics”.

Il progetto sperimentale Macro Asilo caratterizzerà il MACRO di via Nizza per 15 mesi, fino al 31 dicembre 2019. Il nuovo dispositivo ideato da Giorgio de Finis trasforma l’intero museo in un vero e proprio organismo vivente, “ospitale” e relazionale, ogni giorno ad ingresso gratuito. Il programma è sul sito www.museomacro.it

La Galleria Corsini ospita fino al 30 giugno 2019 le due mostre Robert Mapplethorpe. L’obiettivo sensibile e Vasari per Bindo Altoviti. Il Cristo portacroce.

Rappresentare il Mistero della Trinità. Il restauro del “Trono di Grazia” Interlandi di Vrancke van der Stockt del Museo Diocesano di Caltagirone è in mostra ai Musei Vaticani dal 22 marzo all’8 giugno 2019.

Al Foro di Augusto e al Foro di Cesare, arrivano i Viaggi nell’Antica Roma 2019: due storie e due percorsi a cura di Piero Angela e Paco Lanciano, dal 17 aprile al 3 novembre 2019.

Al Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese, La ferita della bellezza. Alberto Burri e il Grande Cretto di Gibellina si può visitare dal 23 marzo al 9 giugno 2019.

L29 art studio in via Labicana 29 ospiterà dall’11 aprile Organi da asporto, la prima personale di Sabino de Nichilo. Le sculture dell’artista evocano strutture organiche e si potranno visitare su appuntamento fino all’11 maggio. (info qui)

Casa Vuota in via Maia 12 al Quadraro ospita Il cielo in una casa, un progetto site-specific di Franco Cenci dedicato a tutti quelli che non vogliono o non possono tenere i piedi per terra: installazioni e opere dell’artista raccontano il senso dell’abitare e la necessità della metamorfosi. Dal 6 aprile al 26 maggio, visitabile su appuntamento scrivendo a vuotacasa@gmail.com

All’Istituto Giapponese di Cultura è da poco arrivata la mostra Ai vostri posti On your marks Ichinitsuite. La fotografia sportiva in Giappone. Dal 20 marzo al 22 giugno 2019.
 

LE ALTRE MOSTRE IN CORSO

Al Palazzo delle Esposizioni, prosegue fino al 22 aprile 2019 Manifesto, con Cate Blanchett protagonista di una mostra di Julian Rosefeldt, articolata in 13 grandi schermi con storie diverse.

Presso la Galleria d’Arte Moderna è visitabile fino al 13 ottobre 2019 l’esposizione Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione: una riflessione sulla figura femminile attraverso artisti che hanno rappresentato e celebrato le donne tra fine Ottocento, lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri.

Al Chiostro del Bramante prosegue, fino a domenica 5 maggio 2019, Dream – L’arte incontra i sogni, a cura di Danilo Eccher. Attraverso opere intime e visionarie dei grandi artisti dell’arte contemporanea, Dream racconta desideri, aspettative, fantasie e paure esorcizzate.

Paola Pivi al Maxxi
Paola Pivi al Maxxi

Al Complesso del Vittoriano, fino al 5 maggio 2019, c’è la mostra Pollock e la scuola di New York che accoglie uno dei nuclei più preziosi della collezione del Whitney Museum di New York, con opere di Jackson Pollock, Mark Rothko, Willem de Kooning, Franz Kline. Sempre al Complesso del Vittoriano, nell’ala Brasini, fino al 5 maggio, si può ammirare la mostra su Andy Warhol, realizzata in occasione del novantesimo anniversario della sua nascita. L’esposizione conta oltre 170 opere e segue le origini del movimento della pop art.

All’Auditorium Conciliazione, fino al 31 maggio 2019, la mostra spettacolo Giudizio Universale. Michelangelo and the Secrets of the Sistine Chapel è un viaggio nella Cappella Sistina, tra video e performance, con proiezioni immersive a 270°, live performance, musiche ed effetti speciali.

Le Terme storiche in 3d sono un’esperienza che consigliamo di vivere. La tecnologia incontra l’archeologia in due siti tra i più affascinanti del mondo: le Terme di Diocleziano e le Terme di Caracalla in quarta dimensione sono due progetti promossi dalla Soprintendenza Speciale di Roma e da CoopCulture.

Palazzo Altemps, Palazzo Massimo, Terme di Diocleziano e Crypta Balbi: CoopCulture propone ogni domenica e nei giorni festivi, un calendario di visite gratuite con lo scopo di valorizzare le sedi e le collezioni del Museo Nazionale Romano e far conoscere le ricche collezioni archeologiche conservate nelle quattro sedi del Museo.

A Palazzo Barberini, continua fino al 16 giugno 2019 Il trionfo dei sensi. Nuova luce su Mattia e Gregorio Preti.

Joint is Out of Time: la grande mostra della GNAM – Galleria Nazionale continua fino al 2 giugno 2019. La Gnam ospita anche Ragione e Sentimento, dal 19 marzo al 5 maggio 2019.