Il Tacco d’Italia è sempre più rainbow. Nella terra del Barocco, del buon cibo e della bellezza, cresce il turismo Lgbt+ e la regione, ormai da anni, è una meta tra le più friendly d’Italia e d’Europa. Spiagge, club, bar e luoghi di ritrovo animano le giornate e le notti in ogni periodo dell’anno. Ma è soprattutto d’estate che la Puglia veste i colori dell’arcobaleno, complice il mare cristallino, la natura, la meraviglia dei luoghi: dalle città ricche d’arte ai borghi, dai piccoli paesi dell’entroterra o sul mare alle masserie. Gallipoli è ormai una meta Lgbt+ nota e amata ben oltre i confini nazionali, ma offrono tanto anche le altre città e province pugliesi. Scopriamo la Puglia gay friendly  attraverso 3 itinerari: il Salento, Bari e il Gargano.

Salento

Da molti anni ormai, in Salento si è sviluppata un’intensa scena Lgbt+, frequentata soprattutto nel periodo estivo e concentrata prevalentemente a Gallipoli e Lecce.

Club, bar e locali. Gallipoli ospita lo storico Bar Bellini e i più recenti Gogò Food e drink e Oasi Lounge Bar, tutti e tre nella centralissima via Roma. Le notti Lgbt+ salentine sono invece al Picador Village (strada provinciale 289 Località Fontana Gallipoli-Taviano) che quest’anno ospita le serate Egocentrik il sabato e il nuovo format di agosto: Culto, una serata queer dedicata alla buona musica con i migliori dj locali e ospiti nazionali. L’appuntamento è il 7, il 13 e il 21 agosto con i djs Protopapa, Populous, Enrico Palazzo e molti altri (Info qui).
A Lecce è frequentato da clienti lgbt, soprattutto nei week end, il bar Verso Sud, nella centralissima Piazza Vittorio Emanuele II, 8. A Taranto, invece, il sabato notte d’estate è targato Pazzeska al Comomero’s (Viale Jonio 160 – info: 346.3758593).
Per gli amanti delle serate più hot, il Tacco 12 Club Privè ospita ogni domenica gli Hot Party (con dj set, camerini, dark room), sulla Strada Statale 16 – San Pietro Vernotico, Zona Castagna (Brindisi).

Le Spiagge.

Gallipoli. Sul litorale di Punta Pizzo (poco prima di Punta della Suina venendo da Lecce), sorge la spiaggia gay storica del Salento, la più frequentata. Si tratta di una spiaggia libera, di scogli e sabbia dal mare cristallino. Un insieme di calette, dove è tollerato il nudismo. Nella pineta adiacente è praticato il cruising.
Gallipoli. Il Lido Po do Sol è centrale e ben attrezzato. Sulla strada provinciale 200, Baia Verde.
Porto Selvaggio. Nei pressi di Nardò, una grande scogliera gay e naturista. Sulla Litoranea Sant’Isidoro – Santa Caterina, si deve arrivare al bar Fico d’India e percorrere il sentiero che scende fino al mare (non è comodo, ma il panorama è splendido).
San Cataldo. Arrivati al Lido Ponticello (litoranea Nord San Cataldo, via Palinuro – dietro la Darsena Comunale) proseguire a piedi verso nord e camminare per 15 – 20 minuti. La spiaggia gay e naturista è libera, non è ben tenuta ma è la più vicina alla città di Lecce. La spiaggia è frequentata anche da coppie etero scambiste. Nella pineta adiacente si pratica cruising, anche di sera.
Laghi Alimini. Dall’altra parte del Salento, lungo l’Adriatico, altra possibilità è quella della spiaggia libera gay nei pressi dei Laghi Alimini di Otranto, dietro le cui dune vi è possibilità di cruising. In realtà è poco conosciuta e poco frequentata.
Campomarino (Taranto). La spiaggia gay e naturista d’Ayala è la più nota e frequentata della zona del nord Salento. Le coordinate Google Maps sono: 7GWX+WG Maruggio (Taranto).
San Vito (Taranto). La scogliera delle Donne Maledette, anche chiamata “Le Conchette” è una spiaggia gay in località San Vito, a 7 km da Taranto sulla strada per il lido Sun Bay. La scogliera corre tutta lungo la via Mormore da cui ci sono diversi accessi.
Taranto. La spiaggia gay e naturista Cancello Rosso sorge su una scogliera e il panorama è mozzafiato. Indirizzo: via Buganville, Taranto.
Punta Penna (Brindisi). La scogliera frequentata da naturisti si trova al capolinea dell’autobus 4 (direzione mare), accanto alla torre. Dalla statale 379 Brindisi-Bari, a circa 15 km allo svincolo Serranova-Punta Penna Grossa, svoltare verso il mare, parcheggiare. A piedi proseguire verso destra oltre la spiaggia Granchio rosso e la torre.
Torre Guaceto (Brindisi). Piccola spiaggia libera in una bellissima riserva naturale WWF sulla statale Bari Brindisi. Non è raggiungibile in auto e pertanto si deve parcheggiare alla prima spiaggia che si incontra uscendo dallo svincolo di Torre Guaceto, poi camminare sulla spiaggia in direzione sud per circa 20-30 minuti. Poche persone e posto incantevole.
•  Marina di Ostuni (Brindisi). La piccola spiaggia libera si raggiunge dalla spiaggia di Santa Lucia proseguendo lungo la scogliera in direzione sud verso il villaggio Valtur. Inoltre vi è un laghetto e una macchia mediterranea a Torre Pozzelle, dietro le dune.

Cruising.

Oltre ai cruising adiacenti alle spiagge gay già citate, è possibile fare incontri gay presso:
• Motorizzazione Civile di Lecce (in via Adriatica): cruising molto frequentato sia da gay che da coppie etero scambiste.
• Parcheggio Capoccia sulla strada provinciale 367 Lecce – Maglie: un’area cruising piuttosto buia in cui è necessario fare attenzione.  

Bari

Bari é da sempre una delle città più gay friendly della Puglia. La città e la provincia offrono una vita Lgbt+ molto attiva nei mesi invernali come d’estate, grazie anche a ben 4 spiagge in cui praticare naturismo, rilassarsi e conoscere nuove persone.

Club, bar e locali. I gay bar di Bari sono La Ciclateria (ha due locali, uno sul porto di Bari e uno in centro: sono in Via Venezia 16 e Corte Colagualano 36); il Reverso invece è a Bari Vecchia (Strada Vallisa 79). Quanto agli appuntamenti notturni, Adoro è ogni martedì  al Riva Club (via Fiume 3, Bari); Babylon è la serata Lgbt friendly nata dall’Arcigay BAT, la domenica e la sera del 15 agosto al Nautilus Club, SS16 Giovinazzo (uscita Cola Olidda); i sabati di Pazzeska sono a Bari con dj set e drag show, d’estate a Villa Rotondo (in via De Gasperi 431) e d’inverno all’Ex Gilda (viale Einaudi 90) – info: 346.3758593. Nella stagione estiva, il giovedì friendly è all’Eremo Club, ormai una delle serate di punta in tutto il barese, con concerti di ospiti italiani e internazionali e dj set (S.S. 16 Molfetta – Giovinazzo, km 779). Il sabato notte gay a Bari invece è con Makumba Tribe Village, d’estate all’Acquapark (Via Caldarola-Tangenziale sud uscita 14/A).

Le Spiagge.

Spiaggia gay Freak Beach. Situata a Pietra Egea, vicino Polignano, è molto frequentata. Bisogna raggiungere da Cozze il camping Ripagnola e parcheggiare poco dopo. Da qui c’è un accesso alla scogliera. La prima caletta è frequentata da famiglie, mentre la seconda da gay e naturisti. Coordinate Google Maps: 41.031767, 17.156878.
Torre Calderina. Oggi questa spiaggia è un rilassante angolo in cui praticare naturismo. Indirizzo: 6HG3+P3 Molfetta, Città Metropolitana di Bari (Coordinate Google Maps).
Cola Olidda. Una spiaggetta che si incontra andando in direzione di Molfetta, perfetta per chi vuole trascorrere una giornata in spiaggia senza veli. Indirizzo: 5JVR+F8 Gavetone, Città Metropolitana di Bari (coordinate Google Maps).
Torre Incina. Si trova all’uscita Polignano Sud verso Monopoli, è molto amata e frequentata dai nudisti della regione. Indirizzo: X7H5+J6 Monopoli, Città Metropolitana di Bari (coordinate Google Maps).

Saune e Cruising.

• Sauna Millennium Bath: è l’unica sauna gay in Puglia, su 2 piani, molto pulita e ben frequentata. Durante l’estate è possibile utilizzare la terrazza esterna (Via Adriatico 13).
• Cruising nei pressi dello Stadio San Nicola.
• Cruising sul Lungomare Nazario Sauro.
• Cruising nei pressi dell’Università di Lettere.

Gargano

Il Gargano è un territorio pugliese ricco di scogliere e spiagge. In alcune è facile andare a rilassarsi e fare incontri inaspettati. Nella provincia di Foggia però scarseggiano i locali Lgbt+ e la comunità gay locale, soprattutto nel fine settimana, si sposta verso Bari o il Salento.

Le spiagge.

Spiaggia gay delle Murgette. Sono calette incantevoli tra Peschici e Rodi, nel comune di Vico del Gargano e si raggiungono a piedi dalla vicina spiaggia di San Menaio. Si tratta di alcune piccole baie senza nome, ma comunque conosciute come murgiette.
Siponto. Si raggiunge facilmente da Manfredonia e si arriva in un lido sabbioso con un mare molto pulito. La spiaggia è gay-friendly e molto frequentata in estate.

Cruising.

• Stazione di Foggia, nel giardino o nella piazza di fronte l’ingresso.
• Piazza Cavour, di sera.
• Porta Manfredonia.

Tutte le spiagge gay della Puglia su Google Maps