Volti, corpi, grafismi, lettering, iperrealismi al limite del fotografico: MuralFest, per il secondo anno, ha trasformato Tirana in un museo a cielo aperto. L’8 giugno si è chiusa la seconda edizione del festival delle arti urbane e street art, nato dalla sinergia tra il dipartimento albanese preposto alla cura e all’organizzazione del decoro urbano, Dekori Tirane, e il collettivo artistico leccese 167Bstreet. Tanti sono stati gli artisti, arrivati da tutto il mondo, per dipingere i muri della città. Tra le opere, volti umani e citazioni della pop culture, ambiente urbano e natura, realtà distopiche e rarefazioni del colore polimorfico.

Gli artisti che hanno partecipato sono: Solo&Diamond, Mabel Vincentef, Ivan Tresoldi, Nemo’s, Nulo, Dimitris Taxis, Stinkfish, Chekos’art, Davide DPA, Simizkazot, Franko Dinaj, Ardit Borici, Marjola Mocka, TMX, Toni Espinar, Irlo Doidoi, Harriet Wood, Illuminaries.

Ecco alcune delle opere realizzate.

Mabel Vincentef
Mabel Vincentef
Ivan Tresoldi
Ivan Tresoldi
Dimitris Taxis
Dimitris Taxis
Davide Dpa
Davide Dpa
Chekos art
Chekos’ art
Solo & Diamond
Solo & Diamond
Stinkfish
Stinkfish