.
Nel 1912 nasceva la prima pralina. Il farmacista Jean Neuhaus, nella sua bottega, produceva e sperimentava una nuova bontà: un guscio di fresco cioccolato, con un ripieno morbido di rum. Iniziava così la lunga tradizione che ha portato Bruxelles a divenire la capitale indiscussa del cibo degli dei.

Nel cuore della capitale belga, ad accogliere turisti e golosi di tutto il mondo vi sono le storiche Gallerie Reali Saint-Hubert. Costruite nel 1847 dall’architetto Clysenaer, costituiscono un insieme unico a Bruxelles di cultura e anima commerciale. Divisa in 3 parti (la Galleria della Regina, la Galleria del Re e la Galleria dei Principi) è probabilmente la più bella galleria coperta d’Europa. Ma ha un altro primato: è la più grande dedicata alla produzione e alla vendita del cioccolato.
Oltre ai negozi di moda e di gioielli e alle attività diventate ormai rare (coltellerie, cappellai, ombrellai), la storica galleria nel cuore di Bruxelles è un susseguirsi di cioccolaterie che sembrano gioiellerie. Laboratori sempre aperti e venditori gentili e appassionati che non perdono occasione di spiegare nel dettaglio i sapori e gli ingredienti delle loro preziose praline.

13 4 5 8 11 12 14

.
L’infinita varietà di gusti è in grado di soddisfare anche il palato più esigente. Dai classici cioccolatini alle mandorle ai ripieni di crema al limone, champagne, caffè, cocco, arachidi, gianduia, fino ai classici macaron ad ogni gusto. Laboratori e rivenditori del prezioso cioccolato belga non si trovano ovviamente solo all’interno delle Gallerie Reali Saint-Hubert, ma in tutta la città, anche a prezzi più economici. E la grande varietà non manca neanche nelle botteghe al di fuori del centro storico.

18 16 17 20 21

.
COME ARRIVARE A BRUXELLES

Arrivare a Bruxelles è semplice. Dai principali aeroporti italiani è possibile prenotare voli low cost come RyanAir o Easyjey. In caso di cambio di volo, prenotazioni e qualunque altra problematica, vi suggeriamo di rintracciare il numero verde delle varie compagnie aeree attraverso servizi di ricerca numeri come quello offerto dal sito iltrovanumeri.it

DA VISITARE | ITINERARIO PER GOLOSI
Il Museo del Cacao e del Cioccolato è situato a pochi passi dalla Grand Place (in Rue de la Tête d’Or 9-11): qui si ripercorre la sua storia, dalla bevanda speziata chiamata Xocoatl consumata dai Maya fino alla sua diffusione in Europa. Il percorso tra storia, degustazioni e acquisti continua poi da Neuhaus (Galerie de la Reine 25-27): inizialmente era una farmacia nel cui laboratorio Jean Neuhaus iniziò a preparare dolcetti di cioccolato ripieno, inventando la prima pralina.
Vi consigliamo di fare un salto da Planète Chocolat (Rue du Lombard, 24) che offre un assortimento sempre rinnovato nel rispetto della tradizione belga. E, ancora, da Mary Chocolatier (Chaussée de Wavre 950), un altro luogo dove perdersi nel mondo del cacao, o da Godiva (Place du Grand Sablon 47/48) fondato nel 1926 da Pierre Draps Senior.
Ogni anno, nel mese di febbraio, Bruxelles ospita il Salon du chocolat, il più grande evento internazionale dedicato al mondo del cioccolato: per tre giorni, produttori e maître chocolatier propongono al pubblico le ultime più golose creazioni a base di cacao, tra incontri, workshop, dimostrazioni e, soprattutto, degustazioni.

22 19 10.