Un intervento monumentale di land art site specific, in cui i frangiflutti artificiali del porto di Catanzaro Lido si sono trasformati in un gigantesco tappeto di LEGO marino multicolor: è l’opera realizzata dal pop artist Massimo Sirelli. Il tutto all’insegna del pieno rispetto dell’ambiente circostante, utilizzando materiali e pitture completamente naturali.

Il progetto Catanzaro ColorFul riporta l’artista Sirelli nel capoluogo calabrese dopo il primo e fortunato capitolo realizzato nel 2014 per la prima edizione del festival di arte pubblica e contemporanea Altrove. Catanzaro ColorFul scrive così una pagina importante di arte pubblica in Calabria, regalando una cornice artistica multicolor al panorama circostante, che si innesta con forza tra il blu profondo del mare e quello intenso del cielo.

L’opera site spicific di Massimo Sirelli

“Catanzaro ColorFul racchiude a pieno il mio ambiente di ricerca che è quello del multicolor – spiega Sirelli – il colore di per sé è un media che non necessita di traduttore, è un segno grafico che trasmette emozioni istantanee. I cubi ricordano in qualche modo dei grandi Lego – prosegue l’artista – l’idea è proprio quella di immaginarli gettati in mare, di recuperare lo stupore che da piccoli la costruzione e la visione di questi cubi colorati sapeva darci. Ho voluto dare un appuntamento pubblico comunicando le date di lavoro perché il mio desiderio è stato quello di rendere partecipe questa comunità di qualcosa di unico e poi perché volevo anche far vedere le difficoltà tecniche e la fatica che c’è dietro un lavoro del genere, volevo che apprezzassero l’opera nella sua interezza”.