In tempi di pandemia e di chiusura degli spazi culturali, Back to Nature. Arte contemporanea a Villa Borghese è una delle poche mostre che può essere visitata. Inaugurata il 15 settembre prosegue fino al 13 dicembre 2020 ad ingresso gratuito. Le installazioni e creazioni di artisti contemporanei di fama mondiale sono sparse a Roma nel verde di Villa Borghese, open air al Parco dei Daini oltre al Museo Carlo Bilotti e al Museo Pietro Canonica. Curatore della mostra, in programma da prima che si diffondesse il Covid-19, è Costantino D’Orazio. Il progetto espositivo è inedito e riflette sul futuro e sulla necessità di costruire un nuovo rapporto con la natura, in questo complicato periodo di cambiamenti climatici e di pandemia. Gli artisti protagonisti di Back to Nature sono Andreco, Mimmo Paladino, Mario Merz, Davide Rivalta, Grazia Toderi, Edoardo Tresoldi, Nico Vascellari, Benedetto Pietromarchi  e Mimmo Paladino.

Mario Merz, Senza titolo (Igloo di Oporto)
Edoardo Tresoldi Etherea
Andreco, Drop

Le opere, appositamente progettate o reinventate per l’occasione, dialogano con lo spazio di Villa Borghese e in perfetta convivenza tra loro. Al Parco dei Daini, fulcro del progetto, c’è lo spettacolare Igloo di Oporto di Mario Merz; Edoardo Tresoldi presenta Etherea, una grande scultura trasparente, la sua prima installazione pubblica a Roma; Andreco propone Drops, un’installazione originale che abita la Prospettiva del Teatro nel Parco; Davide Rivalta espone una grande bufala in bronzo fusa con il metodo della cera persa; le artiste dell’Accademia Aracne intervengono su quattro grandi alberi per trasformarli in sculture variopinte dal forte impatto visivo.

Accademia Aracne
Mimmo Paladino, Senza titolo (Bandiera per Villa Borghese)

Spostandosi all’interno di Villa Borghese, la nuova opera di Mimmo Paladino è sulla facciata del Museo Pietro Canonica, costituita da dieci grandi bandiere ispirate dai dettagli delle sculture e della natura del parco.  All’interno del Museo Carlo Bilotti, Benedetto Pietromarchi propone una mostra personale a cura di Paolo Falcone, con opere realizzate con il riciclo di alcuni elementi arborei della villa. Nico Vascellari invece presenta presso la Casa del Cinema un’opera video realizzata per l’occasione, pensata come un omaggio alla natura.

Vademecum

Parco dei Daini
Fino alle 24.00
– ANDRECO Drops, 2020

– MARIO MERZ Senza titolo (Igloo di Oporto), 1998
– EDOARDO TRESOLDI Etherea, 2018
– ACCADEMIA ARACNE Yarn bombing, 2020
– WING PROJECT a cura di Andrea Mauti
– DAVIDE RIVALTA Bufala, 2019

Museo Pietro Canonica
Fino alle 24

-MIMMO PALADINO Senza titolo (bandiere), 2020
ore 10.00 – 16.00

-NICO VASCELLARI Vitriol (video), 2020 dal 19 settembre al 31 ottobre

Casa del Cinema – Sala Deluxe
ore 17.00-21.00
-NICO VASCELLARI Vitriol (video), 2020

Museo Carlo Bilotti
ore 10.00 – 19.00

– BENEDETTO PIETROMARCHI Radici a cura di Paolo Falcone

Ingresso (consigliato): Entrata Nord del Parco, da via Pinciana – via dei Daini
Ingresso Gratuito