Il tasso di positività scende a 0,5%. Da ieri, 35 morti e 1.147 nuovi casi Covid. Vaccinato (con una dose) un italiano su 2, il 25% ha completato il ciclo. Pfizer e AstraZeneca efficaci contro la variante Delta.

Continua a migliorare nettamente la situazione pandemica in Italia. Il miglioramento dei dati procede parallelamente alla diffusione delle vaccinazioni. Nelle ultime 24 ore, sono stati 1.147 i positivi al test in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Sono invece 35 le vittime in un giorno, mentre giovedì sono state 37 e mercoledì 52.

I dati di venerdì 18 giugno

• + 1.147 nuovi casi Covid
• + 35 decessi
• – 208 ricoverati
• – 28 in terapia intensiva
• Tasso di positività: 0,5%

Le vaccinazioni in Italia (al 18.06)

La campagna di vaccinazione, nonostante gli alti e bassi legati al vaccino di AstraZeneca, continua spedita in tutto il Paese con alcune regioni che corrono più delle altre, come la Lombardia, le Marche e la Puglia, che ad oggi hanno somministrato più del 95% delle dosi ricevute.

In Italia sono state somministrate in totale 44,2 milioni di dosi (aggiornamento del 18 giugno), e 14,9 milioni di persone hanno ricevuto anche la seconda dose, corrispondente al 26,2% della popolazione over 12 e al 24,8% del totale.

Sono stati immunizzati finora più del 90% degli over 80 e gradualmente si sta procedendo con l’immunizzazione delle categorie più giovani, attraverso diverse iniziative, come la vaccinazione dei maturandi e gli open days organizzati da varie regioni.

Vaccini efficaci contro variante Delta

Uno studio di The Lancet confermerebbe l’efficacia dei vaccini contro la variante Delta (indiana) del Covid-19. Secondo la rivista scientifica,i vaccini riducono le ospedalizzazioni, meno i contagi: Pfizer garantirebbe una protezione del 79% e AstraZeneca del 60%. La variante delta ha una contagiosità molto elevata ma sintomi più simili ad un raffreddore o a un mal di gola.
Contro la variante inglese (Alfa), invece, la protezione sarebbe del 92% con il vaccino Pfizer e del 73% con AstraZeneca.

Per bloccare il rischio che la variante delta arrivi in Italia, il ministro Speranza ha stabilito che chi arriva dalla Gran Bretagna dovrà fare una quarantena di 5 giorni, anche se vaccinato.