La scena è stata a dir poco surreale. Un gruppo di estremisti di destra, dell’associazione Veneto fronte skinhead, ha fatto irruzione interrompendo l’assemblea della rete di associazioni Como senza frontiere. Si discuteva di migranti e diritti. I neo fascisti – una decina in tutto – hanno obbligato la platea all’ascolto della lettura di un volantino sul tema della cosiddetta “invasione”. Ciò che forse non si aspettavano è stata la reazione della sala che ha ascoltato in silenzio per poi salutare gli skinhead con un gelido e gentile “Grazie e arrivederci, ma chiudete la porta“. I militanti di estrema destra sono andati via in altrettanto silenzio e all’invito di rispettare i presenti e non far rumore hanno risposto: “Nessun rispetto per voi”. Non vi sono stati problemi di ordine pubblico, solo sguardi attoniti, sorrisi increduli e tanta visibilità mediatica per un gruppo che su facebook si definisce “Associazione Culturale”.

“Hanno cercato di intimidirci ma non ci sono riusciti – è il commento della portavoce di Como senza frontiere Annamaria Francescato riportata da QuiComo – Abbiamo ricevuto moltissimi messaggi di solidarietà che confortano il nostro operato. Di certo non cambieremo nulla rispetto alle nostre attività e continueremo la nostra battaglia antifascista”.


Di Mauro Orrico
Salentino di origine, romano di adozione, è laureato in Scienze Politiche (La Sapienza) con Master in Tutela Internazionale dei Diritti Umani. Ha lavorato per Rai3 e La7d. Da 12 anni è anche organizzatore di eventi di musica elettronica e cultura indipendente. Nel 2013 ha fondato FACE Magazine.it di cui è direttore editoriale..