Duemila anni fa, cominciò il viaggio del Sacro Graal da Gerusalemme fino in Spagna, dove ora è custodito nella cattedrale di Valencia. Oggi la Strada del Graal è un itinerario ricco e suggestivo tra cultura, paesaggi e natura.

Dal 1437, la Cattedrale di Valencia custodisce il calice che ha generato il maggior numero di leggende, opere artistiche e letterarie. Il Santo Graal è una delle reliquie più ammirate e acclamate dalla Chiesa cattolica. I Papi Giovanni Paolo II e Benedetto XVI hanno officiato celebrazioni eucaristiche con il Santo Calice della Cattedrale nelle loro visite a Valencia nel 1982 e nel 2006. Prima del suo arrivo al Palacio del Real, avvenuto nel 1424 per mano del re Alfonso il Magnanimo, nel corso dei secoli il Sacro Graal ha attraversato molti luoghi e residenze. Un percorso di pellegrinaggio ricco e interessante che oggi, al di là del suo significato religioso, rappresenta un itinerario turistico particolarissimo tra cultura, paesaggi e natura che va dal Monastero di San Juan de la Peña (Huesca) alla Cattedrale di Valencia.

In occasione del secondo anno giubilare del Santo Calice del 2020, l’Ente del Turismo di Valencia e la Regione Valenciana hanno presentato il video-spot, molto suggestivo, dell’itinerario.

I dati archeologici, documentali e storici sul viaggio di questa reliquia indicano che è il calice che Gesù Cristo ha usato durante l’Ultima Cena. Nel 2015 Papa Francesco ha concesso la celebrazione dell’Anno Santo giubilare del Sacro Calice ogni cinque anni, rendendo Valencia una delle città sante del mondo.
Qui, tutte le informazioni.

www.spain.info
#BackToSpain #LaSpagnaTiAspetta #travelsafe