Nella Val di Sella in Valsugana, in Trentino Alto Adige, da oltre 30 anni si trova un bosco secolare dove natura e arte si fondono. Con circa 60 opere, Arte Sella è uno straordinario progetto di Land Art.

Dal 1986 più di 300 artisti internazionali hanno contribuito a rendere Arte Sella una realtà internazionale, in continua evoluzione, in cui le opere d’arte dialogano con la natura e il paesaggio. Arte Sella è un museo a cielo aperto, uno straordinario esempio di Land Art, che comprende una considerevole porzione della Val di Sella presso Borgo Valsugana, in Trentino. Da oltre trent’anni, il bosco è immerso tra opere d’arte realizzate prevalentemente con materiali naturali, trasformate nel tempo dalla stessa natura.

Arte Sella è anche una storia di rinascita. Il parco ha visto la luce dopo la tragedia di Chernobyl, quando un gruppo di amici di Valsugana, ritrovandosi nel giardino di Villa Strobele, ha ideato il progetto immaginando di coniugare arte contemporanea e natura. Nel 2018, il parco è stato fortemente danneggiato da una tempesta. Parzialmente ricostruito, è stato riaperto al pubblico nella primavera 2019. Simboli della rinascita di Arte Sella sono le opere nate dopo la tempesta come quella di Kengo Kuma e ‘Simbiosi’ di Edoardo Tresoldi. Oggi sono circa 60 le installazioni di arte contemporanea presenti. Il parco vanta una media annua di centomila visitatori. La direzione artistica è di Emanuele Montibeller. Arte Sella è entrata a far parte di network internazionali quali Elan (European Land Art Network) e Grandi Giardini Italiani. 

Simbiosi, Edoardo Tresoldi. Foto: Giacomo Bianchi © Arte Sella
Simbiosi, Edoardo Tresoldi. Foto: Roberto Conte © edoardotresoldi.com

Due sono i percorsi visitabili durante tutto l’anno, con orari diversi che cambiano a seconda delle stagioni: Villa Strobele e l’Area di Malga Costa.

Villa Strobele. La villa è una delle tante dimore storiche della valle e qui è nata Arte Sella. Il giardino della villa ospita una prima parte di opere di artisti e archietti di fama internazionale come Kengo Kuma, Atsushi Kitagawara, Eduardo Souto de Moura, Michele de Lucchi.

L’Area di Malga Costa è stata realizzata agli inizi del 2000. Il percorso ospita le opere più monumentali e note al grande pubblico, come la ‘Cattedrale Vegetale’ di Giuliano Mauri, opera simbolo di Arte Sella, ‘Simbiosi’ di Edoardo Tresoldi, il ‘Terzo Paradiso – La Trincea della Pace’ di Michelangelo Pistoletto, il ‘Rifugio’ Anton Schaller. A Malga Costa sono presenti un punto di ristoro, un punto informativo, servizi ed è uno spazio accessibile ai disabili che lo possono raggiungere in macchina. L’anello pianeggiante è di circa 1 km ed ospita circa cinquanta opere. 

Il Sentiero Montura, infine, collega il giardino di Villa Strobele con l’area di Malga Costa. Lungo 4 km è adatto per fare una passeggiata e immergersi nella natura della valle.

La Trincea della pace - Il terzo Paradiso, Michelangelo Pistoletto. Foto: Giacomo Bianchi © Arte Sella
La Trincea della pace – Il terzo Paradiso, Michelangelo Pistoletto
Rifugio, Anton Schaller. Foto: Giacomo Bianchi © Arte Sella
Rifugio, Anton Schaller. Foto: Giacomo Bianchi © Arte Sella


Parco Arte Sella

Malga Costa 38051
Borgo Valsugana, Trentino-Alto Adige
Tel. 0461.751251 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12
E-mail: artesella@yahoo.it
www.artesella.it/it
www.facebook.com/artesella